libro-con-prato

Cultura per noi, vita per loro

Ci siamo proposti quest’anno di seguire il nostro culturale, cercando anche di aiutare chi purtroppo è più sfortunato di noi.

Ecco da dove viene l’idea di collaborare col gruppo cremasco senza scopi di lucro “Gli amici di Crema per le Missioni”, che da tempo lavorano sul nostro territorio recuperando libri usati da chiunque voglia donarli per poi rivenderli tramite un banchetto in piazza (a Crema o a Castelleone solitamente). L’intero ricavato dalla vendita dei libri viene devoluto alle missioni.

L’incontro con Antonio Garatti, l’ideatore di queste bellissime iniziative, ci ha permesso di iniziare a collaborare con loro.

Allora vi aspettiamo domenica 29 maggio in piazza Duomo per aiutarci ad aiutarli. Il banchetto sarà già attivo dalle 7:00/7:30 fino alle 19:00. Dalle 8:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 19:00 troverete noi fucini ad aiutare!

Non mancate: cultura per noi, vita per loro!

 

 

Annunci

E anche il nostro gruppo parteciperà a questa bellissima esperienza, che anche nella tematica ci riguarda molto da vicino!

E allora, amici fucini, ci vediamo a Chieti!!!

ImmagineLocandinaChieti2016.web

Gruppo FUCI Lombardia presso Bose

FUCI Lombardia

Tre giorni immersi in una dimensione caratterizzata dal silenzio, preghiera e tranquillità lontana dalla nostra vita caotica e frenetica. È stato questo il ritiro spirituale della FUCI Lombardia presso la comunità monastica di Bose. Si vive insieme come gruppo, si condivide, si medita, si prega e ci si diverte anche. L’appuntamento a Bose è una tradizione ormai per la FUCI Lombardia e, anche quest’anno, molti di noi non vedevano l’ora di partecipare.

Siamo stati accolti dai monaci a braccia aperte e abbiamo avuto la possibilità di adattare, per quanto possibile, le nostre abitudini con le loro regole; infatti, abbiamo rispettato il luogo e il silenzio, pur vivendo in convivialità e socializzando tra di noi. La giornata era, comunque, scandita dalla preghiera, che i monaci sono soliti tenere in 3 momenti della giornata.

A tutto questo, il nostro incaricato regionale, Nicola Zanini, ha aggiunto e inserito degli interventi riguardanti il tema della misericordia, in particolare “Perdono e riconciliazione”, tenuti da Padre Gianfranco Testa, padre della Consolata giunto a Bose appositamente come nostro relatore.

Ci siamo posti davanti a un tema difficile come quello del perdono e della riconciliazione, per cercare di andare oltre quella che è l’abitudine cristiana di vedere il perdono come qualcosa che si deve fare, qualcosa di quasi impossibile, ma cercando di capire di cosa si tratta e come si faccia a metterlo in atto.

Don Gianfranco ci ha introdotto il tema specificando il fatto che il perdono non implica necessariamente la riconciliazione.

“Il perdono è interrompere il circolo vizioso dell’offesa.” Si guarda, quindi, il perdono come un nuovo modo di rispondere alla violenza, si sceglie una nuova strada da percorrere nella vita.

Ma perchè perdonare? Perchè il perdono è positivo per gli altri, ma, soprattutto, per noi stessi. Restaura la persona e le permette di tornare in pace con il proprio io e con gli altri.

E se il perdono restaura la persona, la riconciliazione restaura la relazione. Essa non deve essere un percorso obbligato, che segue il perdono. Ci si riconcilia se si può, se siamo nelle condizioni per riuscirci, se facendolo non ci facciamo male e se l’altro è disposto a percorrere questo percorso con noi. La riconciliazione non è, quindi, stare per forza insieme sempre, ma è non farsi la guerra. E per farci capire meglio ciò, padre Gianfranco ci ha fatto un esempio presente nella Bibbia: la relazione tra Pietro e Paolo. Ognuno di loro ha un modo personale di annunciare la parola di Dio, hanno caratteri differenti e prendono due strade diverse, non si fanno la guerra, ma non avrebbero potuto vivere in comunione ogni giorno.

Voglio ringraziare chi ha partecipato a questo ritiro, che ci ha permesso di vivere la FUCI in modo ancora nuovo e gioioso, in particolare Padre Gianfranco Testa e i ragazzi del gruppo FUCI Crema, che hanno partecipato.

Mara Tessadori

Grazie #FuciLombardia

Pubblicato: 2 marzo 2016 in Uncategorized

Partenza ore 7.45, direzione Vigevano. Inizia così la giornata di sabato, in viaggio verso l’assemblea regionale della Lombardia. Abbiamo passato una giornata molto bella, tra discussioni animate, risate spassionate e momenti di lavoro produttivo: detto con altre parole, l’assemblea regionale.
Come sempre, è stato un momento di condivisione piacevole che ci ha permesso di capire meglio cosa pretendiamo da noi come fucini e che ci ha resi ancora di più gruppo unito. Sono molto contenta che ci sia stato spazio per i confronti, perchè anche stavolta abbiamo potuto capire dove i nostri ragionamenti fallivano e dove erano forti e, soprattutto, dove vogliamo arrivare con il nostro percorso.
Un grazie speciale va al gruppo di Vigevano che ci ha ospitati e ci ha offerto un ottimo pranzo.
Adesso aspettiamo solo venerdì per trovarci a Bose e vivere dei momenti di condivisione ancora più intesi.
E allora grazie #FuciLombardia, a prestissimo!

Bose, stiamo arrivando!

Pubblicato: 5 febbraio 2016 in Appuntamenti

Uno degli appuntamenti più attesi dell’anno fucino si sta avvicinando: una 3 giorni regionale ricca di emozioni e nuovi incontri.

Il 4, 5 e 6 marzo p.v. siamo tutti invitati al ritiro della regione Lombardia presso la comunità di Bose. E’ un’ottima occasione per capire meglio cos’è la FUCI e per viverla a pieno insieme ad amici provenienti da tutta la regione.

Alcuni fucini del nostro gruppo si sono già iscritti e altre lo stanno per fare. Ma questa esperienza è aperta anche a persone che non fanno ancora parte ufficialmente del nostro gruppo e che vorrebbero conoscere meglio cosa facciamo.

Quindi vi invito a contattare la presidente di gruppo (trovi il numero di telefono e la mail nella pagina Contatti) per saperne di più a riguardo.

Intanto puoi guardare il volantino dell’evento qui sotto!

Vi aspettiamo!!!

Volantino Bose

Volantino Bose

Volantino Bose2

Programma Bose dettagliato

FUCI, ma cos’è?

Pubblicato: 5 febbraio 2016 in Il Nuovo Torrazzo

Articolo pubblicato sul Nuovo Torrazzo


Iniziamo col dire che FUCI sta per Federazione Universitaria Cattolica Italiana.
A Crema la FUCI è un gruppo di giovani che vive la federazione nella dimensione diocesana, tenendo i contatti con altre realtà come AC e cercando di offrire un percorso per gli universitari. Si tengono due incontri al mese al lunedì sera (uno si e uno no), confrontandosi su temi culturali e temi di attualità. La modalità non è sempre uguale: a volte qualcuno del gruppo ci presenta un argomento che conosce meglio degli altri, altre volte si lavora con modalità laboratoriali, altre volte ancora invitiamo degli ospiti a parlare. A tal proposito, il lunedì appena passato abbiamo avuto il piacere di realizzare un incontro in collaborazione con AC riguardo l’enciclica ‘Laudato sii’ di Papa Francesco che don Paolo Arienti ha esplicato, seguendo le tematiche fondamentali racchiuse in questo documento.
Durante l’anno seguiamo tre diversi percorsi per scegliere i nostri argomenti: la galleria dei testimoni, il percorso spirituale e il cammino socioculturale. Tra i temi scelti per quest’anno c’è il convegno ecclesiastico nazionale, che si è appena tenuto a Firenze, che tratteremo in due incontri in modalità laboratoriale; per quanta riguarda i testimoni una figura a cui cercheremo di conoscere meglio è Steve Jobs; invece, per la parte spirituale affronteremo il tema della misericordia, guidati dal nostro assistente sprituale Don Gabriele Frassi.
La FUCI è un modo per fare amicizia con persone, che vivono le nostre stesse esperienze universitarie e condividere con altri giovani la cultura e la consapevolezza di ciò che ci circonda. Universitari, vi aspettiamo il 23 novembre p.v. nella nostra sede di Via S. Chiara, quando riscopriremo il sapere anche grazie a ‘Ricerca’, la rivista fucina che compie 70 anni.
On facebook as Fuci Crema

Mara Tessadori